È mistero a Shanghai dopo la morte per avvelenamento di Lin Qi, Magnate dei videogame e miliardario cinese deceduto il giorno di Natale, otto giorni dopo essere stato portato in ospedale con sintomi acuti di avvelenamento. La polizia locale che sta indagando sul caso ha posto in stato di fermo il collega del fondatore di Yoozoo Games con l’accusa di essere coinvolto nella morte del trentanovenne a capo della società di videogame nota per il gioco di strategia Game of Thrones: Winter is Coming.

In un comunicato gli inquirenti locali hanno spiegato che dagli esami svolti in ospedale è stata confermata la morte per avvelenamento di Lin Qi e che le successive indagini si sono concentrate su un collega di 39 anni di Lin con il cognome Xu. Secondo la polizia di Shanghai Xu è sospettato di aver ucciso il magnate. Citando fonti del settore, l’agenzia di stampa locale Caixin ha affermato che il sospetto arrestato potrebbe essere un ex regista di Yoozoo coinvolto nella sussidiaria cinematografica del gruppo  che sta lavorando a  una nuova serie Netflix basata su una trilogia di romanzi di Liu Cixin. Lin, presidente e amministratore delegato di Yoozoo, è stato nominato co-produttore della serie insieme ai creatori di Game of Thrones David Benioff e DB Weiss.

Secondo i media locali Lin Qi, che ha fondato Yoozoo nel 2009, poteva contare un patrimonio personale netto di quasi un miliardo di euro. Dopo la notizia della sua morte dal suo gruppo è arrivato un tributo, firmato dallo staff che recitava: “Hai visto attraverso ciò che era imperfetto ma credevi ancora nella bellezza; hai incontrato cattiveria ma credevi ancora nella gentilezza. Insieme, continueremo a essere gentili, a credere nella bellezza e a lottare contro tutto ciò che è crudele.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui