Home Motori La Golf Car della Regina Elisabetta

La Golf Car della Regina Elisabetta

135
0

L’indistruttibile passione per la guida della Regina Elisabetta II resiste ai quasi 96 anni di età, al Covid appena superato e alla rigidità delle gambe di cui sta soffrendo negli ultimi mesi. E tutta la Gran Bretagna, festeggia il nuovo mezzo reale, una golf car unica. Si tratta di quello che è già stato soprannominato “the Queen mobile”, la regina mobile, un modello progettato appositamente per le nuove esigenze di Elisabetta II, realizzato in pochissimo tempo dalla danese Garia, primo costruttore luxury del settore, sulla base della sua golf car top di gamma Monaco 4 seater e consegnata al castello di Windsor meno di tre settimane fa.

Un modello che, secondo quanto rivelato dall’edizione domenicale del quotidiano popolare The Sun, costato 62.000 sterline, poco meno di 74.000 euro, è già entrato nel cuore della regina che lo avrebbe provato personalmente per i giardini reali in una passeggiata con i suoi cani prima di tornare a farsi vedere in pubblico, per la cerimonia in ricordo del principe consorte Filippo a Westminster. Garia, fondata nel 2005 da un gruppo di ingegneri e designer scandinavi a Greve, nell’hinterland di Copenaghen, fornisce mezzi per ville e magioni dei più importanti e ricchi personaggi del pianeta senza mai rivelarne l’identità, oltre che ad alberghi di lusso e golf club. Nel 2016 si fece conoscere nel settore dell’automotive per la realizzazione della Mercedes-Benz Style Edition Garia Golf Car in collaborazione con la casa di Stoccarda.

Con questa nuova acquisizione, la regina Elisabetta II conferma la sua passione per la guida, dimostrata da decenni di utilizzo in prima persona della sua Land Rover Defender. Sei anni fa, all’età di 89 anni fecero il giro del mondo le foto con lei al volante di una Range Rover. Adesso, passa dai 5 metri del grande fuoristrada inglese ai 3 metri della golf car danese, senza fare una piega. Un mezzo utilizzato per la verità anche dalla regina Madre proprio a partire dai 96 anni, ma a differenza del genitore che si faceva accompagnare sempre da un autista, il posto di Elisabetta II sarà quello della guida, almeno finché ce la farà.

CARATTERISTICHE: The Queen mobile, omologato anche per la guida stradale, è dotato di un motore elettrico trifase ad alta efficienza, batteria al litio da 120 Ah, con un’autonomia di 50 miglia (80 km) e raggiunge una velocità di 43 miglia all’ora  (69 km/h). Al fianco del volante dispone di un display da 10 pollici e del comando per la scelta delle diverse mappature disponibili. E’ dotato di quattro sedili in pelle e cinture di sicurezza, ha un parabrezza fisso e il tetto rigido e anche se è aperto ai lati, dispone di chiusure isolanti, riscaldamento e aria condizionata per poter essere utilizzato in ogni condizione metereologica e stradali anche grazie alle ruote maggiorate da 14 pollici, larghi parafanghi, fari led per viaggiare di sera. In più, per appagare qualsiasi sete reale dispone di porta bicchieri, porta tazze da tè e un ampio vano frigorifero.

Articolo precedenteLa Ferrari di Schumacher all’asta per 4,9 milioni di dollari
Articolo successivoCome spiegare la morte ai bambini in tempo di guerra
Marco Lombardi
Ti ringrazio per averci visitato, mi chiamo Marco e sono un esperto di sicurezza digitale, tecnologia e socialità. Commenta l'articolo, ti risponderò a breve.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui