Home Animali Il fungo killer che salverà l’America dalla formica pazza

Il fungo killer che salverà l’America dalla formica pazza

116
0

“L’invasione della formica pazza” sembra il titolo di un brutto film di fantascienza. A meno che non viviate in Texas: in quel caso è una triste realtà quotidiana da almeno vent’anni. Perché la formica pazza esiste, e fa danni: il suo nome scientifico è Nylanderia fulva, ed è arrivata negli Stati Uniti del sud circa vent’anni fa, diffondendosi rapidamente per tutto il Texas e stabilendo supercolonie di milioni di esemplari che mettono a rischio la fauna locale.

Ora però, come racconta uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences c’è una nuova speranza di fermare l’invasione: un fungo parassita del gruppo Microsporidia che colpisce specificamente le formiche pazze ed è in grado di spazzare via intere colonie nel giro di poco tempo.

LE SUPERCOLONIE PAZZE. La formica pazza prende il suo nome dal fatto che si muove molto rapidamente e in modo imprevedibile; prende invece il suo nome inglese (Rasberry crazy ant, la “formica pazza di Rasberry”) da Tom Rasberry, che di mestiere fa il disinfestatore e che nel 2002 è stato il primo a identificare una colonia di formiche pazze nel natio Texas. Da allora, questo insetto si è diffuso in tutto lo Stato; e il segreto del suo successo sta in una strategia inventata apposta per gli Stati Uniti. L

La formica pazza è infatti originaria del Sud America, dove vive in colonie separate tra loro e che competono ferocemente per il territorio e per il cibo. La sua popolazione statunitense, invece, ha deciso di puntare sulla collaborazione: dopo aver stabilito il primo nido, alcuni esemplari lo abbandonano e ne fondano altri nell’area circostante; nido dopo nido, le formiche costruiscono una vera e propria supercolonia, nella quale gli esemplari possono circolare liberamente tra un nido e l’altro. In questo modo sono in grado di occupare rapidamente aree molto grandi, e di creare problemi non sono agli altri insetti locali, ma anche a rettili e piccoli mammiferi. Ma è proprio questa tendenza “comunitaria” che potrebbe rivelarsi la loro rovina: è arrivato il momento di parlare del fungo.

ARMI BIOLOGICHE. Si chiama Myrmecomorba nylanderiae ed è un fungo parassita che colpisce esclusivamente le formiche pazze. Le sue spore sono piccole capsule cilindriche con un “arpione” a un’estremità, che serve per ancorarsi allo stomaco delle formiche e forarne la parete cellulare; una volta in posizione, la spora rilascia il suo contenuto nella cellula, dopodiché sfrutta la sua capacità di replicazione per creare altre copie di sé stessa, che a loro volta infetteranno altre cellule. Il risultato porta rapidamente alla morte le formiche pazze, ma soprattutto il fungo è in grado di trasmettersi agli altri membri adulti della colonia e a infettare persino le larve.

Il fungo è stato scoperto nel 2015, e sette anni di osservazioni hanno dimostrato che l’infezione è in grado di spazzare via una supercolonia in un tempo relativamente breve. Il dettaglio migliore è che il fungo colpisce esclusivamente le formiche pazze e sembra ignorare le specie native: potrebbe quindi diventare un’arma biologica relativamente sicura per combattere un’invasione che noi umani da soli non siamo riusciti a rallentare.

Articolo precedenteDoomscrolling: come uscirne
Valentina Romano
Ciao mi chiamo Valentina, pubblico notizie di vario genere e di vari argomenti. Mi piacerebbe interagire con voi, commentate gli articoli e vi risponderò a breve.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui