Per chiarezza: a un gioco tra amici non si dovrebbe barare. Comunque, volendo un modo c’è, e funziona soprattutto nei giochi dove la strategia è importante.

Avete mai pensato di barare a un gioco da tavolo? O addirittura di indurre gli avversari a fare le mosse sbagliate o quelle che possono favorirvi? Volendo essere onesti fino in fondo non è che sia proprio un bel pensiero, ma intorno al Monopoli, al Risiko e perfino davanti al tabellone di giochi apparentemente più innocenti come Scarabeo, il desiderio di vincere può prendere chiunque. E un modo per manipolare gli altri concorrenti in effetti c’è: basta saper usare un po’ di psicologia inversa, che funziona soprattutto nei giochi dove la strategia è importante. Parola di Corey Butler, psicologo sociale all’Università del Minnesota (USA), scacchista e giocatore impenitente che, per sua stessa ammissione, a dare certi consigli si è sentito un po’ viscido.

1 – SCEGLI LA VITTIMA. Scegli con saggezza il giocatore da manipolare: la psicologia inversa non funziona con tutti. Ma dato che al tavolo da gioco ci si siede con amici e familiari probabilmente sai già chi puoi colpire.

2 – GIOCA D’ASTUZIA. Supponiamo che tu voglia che il tuo avversario faccia una certa mossa, ma lui o lei non ci pensa nemmeno. Per indurlo a farla, prova a dire “be’, ovviamente non puoi fare la mossa…” (e dici la mossa che vorresti). Così l’altro giocatore prenderà in considerazione ciò che (non) gli hai suggerito, e potrebbe anche farla per davvero perché si sente punto sul vivo mentre pensa (o dice) “non puoi dirmi cosa fare!“.

3 – NON FARE QUELLA MOSSA. Se vuoi che il tuo avversario non faccia una certa scelta, parlando con leggerezza cita un paio di mosse che gli sarebbero per davvero inutili o addirittura dannose e poi quella che invece non vuoi che faccia (perché danneggerebbe te): potrebbe considerarla inutile come le altre che hai suggerito e quindi non farla.

4 – RAFFORZA LA TUA POSIZIONE. Se vuoi accaparrarti qualche risorsa che ti serve per rafforzare la tua posizione nel gioco (pedine, carte-gioco eccetera) comincia a lodare questa risorsa ad alta voce, con enfasi, dicendo che è davvero la scelta migliore: gli altri giocatori crederanno che vuoi indurli a prenderla e probabilmente non lo faranno, permettendoti di accaparrarla.

5 – BLEFFA DAVVERO. Sii spregiudicato nei bluff. Se per esempio hai messo sul tabellone di Scarabeo una parola non proprio accettabile secondo le regole e il tuo avversario la contesta puoi esclamare: “Ah, non pensi che questa sia una parola? Mi stai sfidando? Provaci tu a trovarne una così!” (e magari la parola irregolare verrà accettata).

6 – NON ESAGERARE, PERÒ! Mai abusare della psicologia inversa: usala al massimo una o due volte durante la stessa partita, altrimenti sarai scoperto e gli altri giocatori potrebbero cominciare a usare gli stessi metodi con te. E in ogni caso… buon divertimento!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui