Home Inps Certificazione Unica INPS 2022, come richiederla

Certificazione Unica INPS 2022, come richiederla

153
0

CU INPS 2022: anche quest’anno entro la scadenza del 16 marzo la Certificazione Unica è stata messa a disposizione di tutti coloro che nell’arco del 2021 hanno percepito, a diverso titolo, redditi dall’Istituto.

Gli interessati, tra gli altri pensionati, hanno la possibilità di scaricarla dal portale istituzionale e ottenerla senza recarsi agli sportelli in diverse modalità.

La canonica circolare che viene pubblicata ogni anno con le istruzioni da seguire per ottenere il documento utile per la dichiarazione dei redditi è arrivata, però, in netto ritardo solo il 4 aprile.

L’Istituto, come l’INAIL, essendo un ente previdenziale assume anche un ruolo di sostituto di imposta ed è, al pari degli altri, tenuto a rispettare l’obbligo di consegnare il documento al percipiente entro metà marzo.

CU INPS 2022 disponibile online: in ritardo arrivano le istruzioni per ottenere la Certificazione Unica

Il modello CU INPS 2022 viene messo a disposizione di tutti i cittadini che hanno percepito dall’INPS redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di pensione, redditi di lavoro autonomo, redditi di provvigioni e redditi di altra natura.

Sul portale istituzionale si legge:

“In presenza di due o più prestazioni erogate dall’INPS viene elaborato un unico modello che certifica tutti i redditi sopraindicati corrisposti nell’anno precedente”.

È possibile visualizzare e stampare la Certificazione Unica tramite l’apposito servizio online accessibile con le seguenti credenziali:

  • SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di secondo livello o superiore;
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • Carta di Identità Elettronica (CIE);
  • PIN INPS e codice fiscale, solo per i cittadini residenti all’estero non in possesso di un documento di riconoscimento italiano.

Accedere al modello CU INPS 2022 tramite il servizio online dedicato è solo una delle modalità previste.

CU INPS 2022 disponibile, come ottenere la Certificazione Unica: le istruzioni

Pensionati e in generale cittadini che hanno percepito redditi dall’Istituto nel corso del 2021 possono ottenere la Certificazione Unica 2022 seguendo diverse strade:

  • utilizzando il servizio dedicato, o lo strumento online del cedolino pensione, sul portale INPS;
  • richiedendo il Modello CU INPS cartaceo presso le strutture territoriali dell’Istituto;
  • richiedendo la spedizione tramite PEC o posta ordinaria o al domicilio del titolare o dell’erede di soggetto titolare;
  • affidandosi a Patronati, Centri di assistenza fiscale, professionisti abilitati all’assistenza fiscale;
  • con l’app INPS Mobile da smartphone o tablet, disponibile per dispositivi Android e Apple iOS, accedendo con il proprio PIN o SPID.

Inoltre, nella circolare numero 47 del 4 aprile 2022 si legge:

“Il cittadino può ottenere la Certificazione Unica 2022 anche presso i Comuni e le altre pubbliche Amministrazioni che abbiano sottoscritto un protocollo con l’Istituto per l’attivazione di un punto cliente di servizio, ove effettivamente operativo. Come per gli intermediari, la visualizzazione della Certificazione Unica da parte degli operatori delle pubbliche Amministrazioni è subordinata all’esistenza di una specifica richiesta del cittadino con le stesse modalità di accesso alle banche dati e di conservazione dei documenti previste per gli intermediari abilitati.”.

La richiesta per ottenere la Certificazione Unica 2022 tramite PEC può essere inoltrata all’indirizzo richiestacertificazioneunica@postacert.inps.gov.it, insieme alla copia del documento di identità.

Chi si affida a CAF, Patronati o intermediari deve fornire una delega e il documento di identità per l’accesso alla CU INPS 2022.

La spedizione a domicilio, invece, può essere richiesta tramite i seguenti canali:

  • numero verde dedicato 800 434320;
  • Contact Center Multicanale al numero 803 164 gratuito e abilitato solo alle chiamate da rete fissa) oppure al numero 06 164164 (abilitato alle chiamate da rete mobile, con costi variabili in base al piano tariffario applicato dal gestore telefonico del chiamante);
  • via mail all’indirizzo richiestacertificazioneunica@inps.it
Articolo precedenteCosa succede agli spaghetti nell’acqua bollente?
Articolo successivoUn asteroide ha colpito la Terra
Marco Lombardi
Ti ringrazio per averci visitato, mi chiamo Marco e sono un esperto di sicurezza digitale, tecnologia e socialità. Commenta l'articolo, ti risponderò a breve.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui