Home Inps Bonus asilo nido 2022, istruzioni per la domanda

Bonus asilo nido 2022, istruzioni per la domanda

45
0

Bonus asilo nido 2022, come fare domanda? È possibile ottenere il pagamento del rimborso fino a un importo massimo di 3.000 euro tramite il servizio online INPS disponibile dallo scorso febbraio. Le istruzioni per i genitori arrivano direttamente dall’Istituto.

La scadenza per procedere con l’inoltro dell’istanza è fissata al 31 dicembre 2022: gli interessati possono richiedere i benefici tramite il portale o affidandosi a un patronato. Per trasmettere le fatture c’è tempo, poi, fino al 1° aprile 2023.

Il contributo per le spese dell’asilo nido o per il supporto presso la propria abitazione, in caso di gravi patologie, spetta ai genitori di figlie e figli nati, adottati o affidati fino a 3 anni.

L’agevolazione è una delle poche che restano in vita anche in seguito all’introduzione dell’assegno unico diventato ufficialmente operativo dal 1° marzo 2022. Le due misure, infatti, risultano cumulabili.

Bonus asilo nido 2022, online il servizio per la domanda: le istruzioni INPS

Il servizio online per presentare domanda di accesso al bonus asilo nido 2022 è disponibile sul portale INPS e accessibile tramite le seguenti tipologie di credenziali

  • SPID, Identità digitale;
  • CIE, Carta d’Identità Elettronica;
  • CNS, Carta Nazionale dei Servizi.

Il beneficio deve essere richiesto dal genitore che sostiene il pagamento delle rette scolastiche.

Due sono i fattori che determinano l’importo del beneficio, fino a un massimo di 3.000 euro:

  • l’ISEE minorenni;
  • il numero delle mensilità effettivamente pagate fino a un massimo di 11 e comprese tra gennaio e dicembre 2022, che devono essere comunicate nel momento in cui si inoltra la richiesta di accesso all’agevolazione.

Per ottenere il pagamento del contributo è necessario presentare la documentazione che attesta il versamento delle singole rette.

In ogni caso, nella circolare n. 27 del 2020 a cui la notizia INPS rimanda, si legge:

“All’atto della presentazione della domanda deve essere allegata la documentazione comprovante il pagamento almeno di una retta relativa ad un mese di frequenza per cui si richiede il beneficio oppure, nel caso di asili nido pubblici che prevedono il pagamento delle rette posticipato rispetto al periodo di frequenza, la documentazione da cui risulti l’iscrizione o l’avvenuto inserimento in graduatoria del bambino”.

Coloro che hanno già presentato domanda di accesso al bonus asilo nido nel 2021 possono confermare e modificare i dati già presenti nel portale INPS.

Articolo precedenteUn fulmine lungo 768 km e uno di oltre 17 secondi battono i record 
Articolo successivoContravvenzioni con verbali Ztl: tutto via app
Marco Lombardi
Ti ringrazio per averci visitato, mi chiamo Marco e sono un esperto di sicurezza digitale, tecnologia e socialità. Commenta l'articolo, ti risponderò a breve.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui