WASHINGTON – Attacco hacker al governo Usa, con diverse agenzie federali prese di mira da pirati informatici legati a un governo straniero. Lo riporta il New York Times, secondo cui i principali sospetti ricadono sulla Russia. Ad essere colpiti sono stati anche i dipartimenti del Tesoro e del Commercio, i cui sistemi di posta elettronica sono stati violati ottenendo libero accesso alle email. Si tratterebbe della cyber offensiva più grave degli ultimi cinque anni.

In queste ore sarebbe quindi in corso una vasta operazione per stabilire quanto esteso sia stato l’attacco, descritto come uno dei più sofisticati di sempre. Si sospetta che ad essere violate siano state anche alcune agenzie legate alla sicurezza nazionale, ma non è ancora chiaro se siano stati rubati dati o informazioni coperti da segreto.

L’attacco arriva a meno di una settimana di distanza dall’allarme lanciato dalla Nsa, secondo la quale pirati informatici sponsorizzati dallo Stato russo stavano cercando di sfruttare alcune falle emerse, in particolare, in un sistema largamente utilizzato all’interno del governo federale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui